30 agosto 2011

Foglie gialle e incazzature

Ultimamente stanno succedendo davvero troppe cose che mi fanno incazzare. La fine dell'estate, le foglie gialle che iniziano a cadere nell'acqua della piscina, la granita della cittadella che aumenta di prezzo ogni due settimane, gli esami di riparazione, la montagna di roba che devo ancora studiare, l'inizio della scuola che si avvicina, la gente che sta sclerando in maniera preoccupante, le mie scarpe nuove comprate in montagna che a Parma costavano 10€ di meno, la mia febbre cronica, gli amici che hanno deciso di fingere che io non esista, il fatto che nessuno si sia ricordato il compleanno di Keith Moon, neanche la pagina rocker su facebook. Ma la cosa che più mi sta facendo incazzare è il fatto che mi sto accorgendo di quanto poco io conosca le persone che mi stanno attorno, o perlomento quanto loro siano in grado di cambiare in maniera impressionante in pochissimo tempo. Mi fa incazzare che persone che reputavo belle persone si abbassino improvvisamente al livello della feccia che fino ad un momento prima avevano disprezzato. Mi fa incazzare anche che persone che si sono comportate da idiote fino ad ora, si scantino improvvisamente, solo adesso che è troppo tardi.

Ecco forse è solo una questione di tempi, momenti sbagliati. O forse sono io che mi incazzo troppo per cose che non meriterebbero attenzione.

Anche quest'anno non sono andata al mare.

28 agosto 2011

La gratitudine non esiste

E quando crolliamo,che crolliamo,crolliamo da soli dentro le stanze.
E uno che viene da fuori non lo direbbe mai,a vederci che teniamo su una compagnia di trenta persone e beviamo lambrusco e diciamo cazzate,non lo direbbe mai che diamo i pugni al muro,quando torniamo a casa.


Ecco, è questo che le persone hanno in serbo per te. Dopo tanti momenti, con così tanti ricordi alle spalle da non poterli contare, con tanti segreti messi al sicuro nel cuore di chi amiamo, dopo aver condiviso tutto, dopo tanti litigi e altrettanti abbracci, dopo aver donato l'anima anche solo per strappare un sorriso, dopo tanto amore. Da un momento all'altro, sei solo, rimpiazzato, come si rimpiazza una bic senza inchiostro. Lo so è un paragone del cazzo. Anche quando credi di aver lasciato un segno indelebile, anche quando pensi di aver dato l'anima, anche quando pensi che la tua vita sia legata per sempre a quella di un altro...la coerenza non esiste, figuriamoci la gratitudine.

27 agosto 2011

Happy Bday Moonie

Abbiamo avuto tempo sufficiente per imparare.
E poi lo sai che non vuol dire niente dimenticare.
E tu lo sai che io lo so e quello che non so lo so cantare.
Vedo cadere questa stella e non so più cosa desiderare.
Lo vedi, siamo come cani. Di fronte al mare.

So che avrete organizzato una mega festa, tu e John, laggiù nell'inferno delle rockstar. E sono sicura che da qualche parte ci sarà la dinamite, le paglie e tanta birra. Buon compleanno Moonie.