28 maggio 2012

E questa sarà la mia missione.

è nella natura dell'uomo avere un disperato bisogno di raccontare.
Un disperato bisogno di essere ascoltato da qualcuno.
E un disperato bisogno di avere la consapevolezza che quel qualcuno quella storia la continuerà a raccontare, anche dopo che i protagonisti di quella storia non ci saranno più.

E questa è l'unica dannata possibilità di immortalità per l'uomo.

22 maggio 2012

H.

La cosa peggiore credo fosse il silenzio disarmante. E l'eco del silenzio che ti si infilava nelle orecchie, freddo e pungente come il vento.
E poi camminavi, e il terreno ti passava sotto i piedi.
Camminavi ancora e ti pareva di esser fermo.
Sembrava che qualcuno fosse scappato, pochi minuti prima, e avesse lasciato tutto li.

E quel vento fischiava dannatamente.