26 dicembre 2012

Ansia da solitudine.

Ansia da solitudine.

Si la conosco fin troppo bene.
Una delle poche cose che mi fa davvero stare male.
Io poi credo di essere nata per stare in mezzo alle persone. Se non parlo con la gente, se non mi confronto con gli altri, mi spengo. Se non parlo con qualcuno dopo un po' mi si raggela la lingua, già in condizioni normali mi è difficile parlare, figuriamoci. Sono una persona che ama il contatto, ama poter contare con certezza su qualcuno. Detesto dubitare, non potermi fidare.

E detesto restare sola.

24 dicembre 2012

Non sono queste le cose che contano nella vita.

Verde come il bracialetto della Jelle, verde come la speranza.
E giallo come non lo so, lo abbiamo scelto perchè costava poco.

E pensare che ho passato quasi cinque anni in quel palazzo ad odiare qualsiasi cosa.
Cinque anni ad osservare lo schifo e il degrado. A mentire ai ragazzini di terza media sul fatto che con un po' di impegno il brocca di potesse fare.

E adesso il brocca non esiste più, abbiamo anche cancellato dal muro il color brocca.
Cambia tutto, cambiamo noi, siamo cresciuti e cresceremo. Abbiamo sudato, non solo oggi per dipingere, ogni giorno. Ci siamo mandati affanculo tante volte, ma nei momenti in cui bisognava essere uniti lo eravamo. Non amici, forse compagni. Si lecca il culo tutti insieme a melegari per rimandare la verifica, gli appunti sono di tutti, chi ha una casa libera che facciamo una festa? Chi porta da bere domani?

Fanculo a chi dice che abbiamo vissuto nell'ombra.
Noi nell'ombra non ci siamo mai stati.
Le cose si dimostrano col tempo, nei momenti più duri.
Abbiamo lasciato la nostra impronta.

Non sono queste le cose che contano nella vita. Cit.

23 dicembre 2012

Cambiamento.

Da un giorno all'altro ti ritrovi ad avere una enorme voglia di cambiamento. Forse però non è proprio comparsa all'improvviso.
E' l'accumulo opprimente di tanta staticità.

Persino facebook oramai mi consiglia di inserire un indirizzo universitario al mio profilo.
Caro facebook, vaffanculo. Pernsi che se potessi non lo avrei gia fatto?

No, non posso farlo. Sono inchiodata qua. Ecco.
E anche se adesso abbiamo i muri verdecherilassalamente non cambia molto.
 

21 dicembre 2012

Comunicazione di servizio.

Salve, questo post è solo per annunciare che non è finito il mondo.
Oggi fa i 18 anni la mia migliore amica.
Auguro a tutti un'ottima giornata.

20 dicembre 2012

Vaffanculombe

Mille idee per la tesina che non riuscirò a realizzare per mancanza di tempo.
Una decina di libri da leggere e mille cose da scrivere.

Cazzo sono in quinta ho matematica in seconda prova e matematica è la materia in cui vado peggio porca lurida vacca ma forse non dovrei pensarci dato che ci sono passati tutti e tutti sono sopravvissuti almeno credo magari nei secoli di esam di maturità qualcuno e morto come faccio a saperlo vabbeh l'hanno scorso le vacanze di natale le avevo passate a leggere Tex adesso devo leggere i libri della Bertopatty che non è proprio la stessa cosa è leggermente più pesante e poi devo studiare matematica e fisica se voglio provare a rimediare devo leggere i malavoglia dato che avrei dovuto farlo quest'estate ma naturalmente non l'ho fatto e poi devo leggermi anche un libro in inglese ma lo leggerò in italiano come al solito e poi devo iniziare a studiare dante che non ho ancora cominciato anche se sono due mesi che la vava lo spiega ma dante mi sta anche simpatico dai più di leopardi.

Due settimane.
Vaffanculomb.

12 dicembre 2012

12.12.12

 
 Post aperto alle 17:32 del 12.12.12

Che bella data oggi, ho mangiato una valanga di biscotti fatti dalle adorabili ragazze di 4^S e poi ho fatto una verifica di fisica imbarazzante.
Mazzini mi pareva un po' un esaltato, però la via di Parma che gli anno dedicato mi piace quindi non sparlerò di lui, ecco. Povero mazzini però.
Casa mia sembra un frigo, mi sembra di studiare in frigo. Maledizione.
Non mi sono mai resa conto di quanto fosse peso il mio libro di storia.
Non sono importanti i dettagli, i dettagli sono da perfettini.
Menomale perchè non so un cazzo dei dettagli.
Per la miseria non so nemmeno le cose a grandi linee.
A forse ora provo a ripetere.
Poi devo anche lavarmi, sia chiaro.
Ok mi sono lavata.
In teoria ho finito di studiare storia ma non ho iniziato chimica.

Post chiuso alle 22:46 del 12.12.12

11 dicembre 2012

Fisica.

 
Pausa nel mezzo di un pomeriggio dedicato, mio malgrado, alla fisica. E poi devo ancora iniziare a studiare Hegel. Programma per domani: svegliati, alzati, lavati, mangia qualcosa, mettiti su una faccia credibile e prendi la corriera, teoria di fisica, pratica di fisica, esci da scuola, visita medica, torna a scuola, interrogazione su Hegel, vai a casa, mangia, studia, studia, studia, studia, mangia, vai a dormire. Fattibile.

Se domani melegari facesse una verifica solo sulle reti di condensatori forse potrei cavarmela. Ma non sarà cosi. #fisicatroviamouncompromesso

10 dicembre 2012

Non senti una pragmatica sensazione di aver rotto il cazzo?

Quante persone la dovrebbero percepire e invece sono immuni.
Quante persone la percepiscono e fanno finta di niente.
Non importa, è geniale. Il motto della mia settimana.

7 dicembre 2012

Categorie.

Al mondo esistono due grandi categorie di persone:
quelle con le manie di persecuzione
quelle che si credono più furbe degli altri.

E non c'è niente di peggio
che vedere ovunque gente che punta il dito contro di te
anche quando la gente non sa neanche che esisti.

Ed è forse ancora più dannoso
pensare di poter fare quello che vuoi
senza guardare in faccia a nessuno
solo perchè sei tu con la tua faccia di merda.

Certa gente ha davvero la faccia come il culo.

E non se ne vergogna, no, cammina a testa alta.
Per nostrare a tutti la sua bella faccia di merda.
E nonostante tutti lo guardano male lui continua.
Perchè si crede dannatamente superiore.

5 dicembre 2012

Non posso controllare tutto.

Non ho mai preteso tanto dalla vita.
Solo un po' di tranquillità, di felicità e di amore.
Solo il poter essere libera di essere me stessa.
Più che altro la forza di fregarmene di chi cercava di colpirmi.
Mi sono sempre accontentata delle cose banali ma belle della mia quotidianità.
Perchè l'ho sempre saputo che se si spera di vivere un film non si è mai felici.

Ho imparato a trovare la bellezza in un cielo più blu del solito.
O in quell'alba bellissima che vedo dalla corriera quando vado a scuola.
Ho imparato a cercare la dolcezza in tutte le cose.
Ho imparato che commuoversi, piangere, non è da deboli.

Perchè alla fin fine non sono onnipotente ne immortale.
Il mio mondo, la mia vita, ha dei limiti, dei confini.
Inizia in un punto e finisce in un altro.
E mi ci è voluto del tempo per accettarlo.
Ancora adesso forse non ci sono riuscita del tutto.

L'unica cosa che forse so fare bene è sorridere.
Trasformare i ricordi brutti in insegnamenti.
Vedete tutto quanto come un percorso.
Un percorso che mi ha portata ad essere come sono ora

E nonostante io sia pessimista di natura sto migliorando.
Prima i momenti in cui ero tranquilla e felice erano pochi, ora sono sempre di più.
Forse perchè ho cominciato a prendermi cura di me e non l'avevo mai fatto.
Non mi sembrava importante tutto qui.
Forse perchè ho fatto patti e compromessi con me stessa e con il mio mondo.

Ma non sono rassegnata, tutt'altro.
Ho solo capito che non posso controllare tutto.

3 dicembre 2012

Io sono stato qui.

 
Io sono stato qui.
Quante volte lo abbiamo scritto.
Sui banchi di scuola, sui muridi città straniere.
Ci siamo mai chiesti perchè lo facciamo?
Perchè sentiamo questa esigenza di far percepire al mondo la nostra presenza?

Noi siamo in parte consapevoli di ciò che siamo nel presente.
Non abbiamo nessuna certezza su quello che diventeremo e cosa ci succederà.
Per questo ci appigliamo ai ricordi, alle nostre poche certezze.
Ci appelliamo a quello che siamo stati per poter definire la nostra identità.
E cerchiamo di bloccare ogni istante, di renderlo eterno.

E scattiamo fotografie, scriviamo diari, incidiamo nomi sui banchi.
E ci illudiamo che almeno quel piccolo gesto possa restare eterno.
Fermo li, qualsiasi cosa succeda.

Se qualcosa è esistito lascia traccia.
Basta cercare bene, ci sono infinite tracce di un infinito passato.
Alcune più chiare e visibili ,alcune nascoste.
Stanno nel mondo, quello che vediamo è l'insieme di quelle tracce.

Ognuno di noi lascia delle tracce, solo per il fatto di essere esistito.
Questo mi consola, il lasciare traccia, mi consola.

1 dicembre 2012

Fine del mondo.

 
Sono stata tutta la mattina seduta su una sedia con il panno addosso a cercare qualcosa di interessante da fare su internet, anche se dovrei studiare. Anche se so che poi sarò nella merda. Ma in questi giorni sono presa dalla più totale apatia e dal più totale disinteresse per qualsiasi cosa, non ho neanceh nulla da dire, nulla che pi piacerebbe fare, nulla da scrivere. Perlomeo sono grossomodo tranquilla anche se la notte sogno la fine del mondo. Quanti giorni è che mancano alla fine del mondo? Il 21 dicrembre melegari ha fissato una verifica di matematica, magari la mia fine del mondo partirà da li.